Essere Conscio

Essere conscio, avere consapevolezza di sé, essere cosciente, ecc., significa che il Conscio è e si manifesta come tale, significa che il Sé (Dio, l’Assoluto, l’unico immutabile Sé) è manifesto come conscio di se stesso, come Stato e Processo dell’Esserlo. Questo è il Conscio.

Il pensare, lo sperimentare, il meditare, sono tutte forme con cui il processo individuale consapevolizza il processo generale-infinito e l’originale Stato, poiché a quello si riferiscono.

Il fatto di andare oltre la sensorialità e l’automaticità di pensarsi come qualcuno di definito, di arrivare ad intuire anche solo per un istante che “una cosa per esistere deve essere unica!”, e che quindi quel fatto di essere per poter essere individuabile deve essere unico, è già di per sé un notevole passo in avanti. Si tratta in effetti della scoperta dell’unicità della coscienza di sé, il che però non significa che vi sono tanti Sé ma che vi sono innumerevoli processi, tanti quanti sono gli individui, con cui la coscienza del Sé si realizza.

In quanto conscio si possiede già in essere una predisposizione alla realizzazione, perché in verità si è l’unico essere che è e che si manifesta attraverso innumerevoli forme di se stesso e che si riferisce all’Unico Sé. I cosiddetti “altri” perciò sono tutti gli altri processi individuali – tutti gli altri noi stessi – con cui l’unico Stato Conscio, e non un fantomatico qualcuno, si manifesta e si riconosce come tale.

L’equivalenza di individuo e Conscio è perciò già in essere, poiché Egli è lo Stato dell’esserlo che si esprime attraverso l’unicità individuale. La realizzazione dell’individuo avviene nel tempo e nello spazio, e si definisce anche nei livelli delle Vibrazioni-Energie-Materia, ovvero anche a livello della forma di mente-corpo quale loro condensazione, ma si realizza però al di là di tempo e spazio, ossia a livello della coscienza stessa. Il processo implica l’armonizzarsi delle  diverse e limitate condizioni e relazioni di mente-corpo-ambiente-spazio-tempo-gli altri-se stessi, che formano la complessa particolarità delle caratteristiche, predisposizioni, attitudini e capacità riconoscibili come individuo, ossia della sua unicità manifesta. 

La realizzazione dell’unicità del Conscio è in sostanza la manifestazione e maturazione del processo del riconoscersi individuale (coscienza-mente-corpo) in quello generale (coscienza-vibrazioni-energia-materia) e lo sfociare di tale unicità nello Stato dell’Esserlo, nello Stato che trascende gli infiniti processi che lo realizzano. Ogni essere umano che scopre e realizza la sacra unicità del Conscio può individuare e scolpire nell’eternità la propria via, che non è altro che il viversi stesso nella sua originale e particolare completezza.

Ciò spiega perché esistono tanti “maestri” quante sono le esperienze originali riguardo al percorso e alla via – religiosa, spirituale, cognitiva, artistica – con sui si è sperimentato il processo della realizzazione.

 

Il Sé, l’Assoluto, si manifesta come Conscio di se stesso.

E’ solo il Conscio che E’ ed Esiste, che è e che si incarna e reincarna continuamente, e non un qualcuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...