Unicità

Il Principio Fondamentale di Unicità

 

Il Sé Assoluto, Dio, il Supremo, è il solo che è ed esiste quale unica realtà, la sua manifestazione è mutevole ed infinita illusione di se stesso. Di tutte le indefinibili forme di espressione del Sé, la Coscienza e il suo esprimersi è la fondamentale, l’unica di cui si può “parlare”.

La sua unicità, e quella delle sue espressioni, rispetto alle infinite manifestazioni dell’Assoluto, non la colloca figurativamente all’apice di una “gerarchia”, poiché tra le illusioni non ne esiste una più importante dell’altra. La sua esclusività però consiste nel trascenderle tutte, tutto ciò che non è coscienza, tutto ciò che essa stessa rappresenta, e tutto quello con cui essa si esprime e riconosce.

L’unicità della Coscienza e delle sue espressioni, le Vibrazioni – l’Energia e la Materia, che per il principio stesso di unicità si manifestano anche come mente e corpo, sono nel complesso il Processo-Stato del Conscio. Il Conscio è pertanto il divino e supremo manifestarsi-riconoscersi, in cui il Sé è conscio di se stesso. E’ il processo-stato dell’Esserlo e del manifestarlo, sia attraverso il movimento assoluto delle sue espressioni, sia attraverso la forma individuale.

Poiché l’essere Conscio è un lampo di Auto-Coscienza, è di per sé un “qualcosa” di trascendente e di indescrivibile che solo nella e per la mente accade e si realizza nel tempo spazio delle forme. Di fatto si tratta dell’Auto-realizzazione stessa, che “cerca” di manifestarsi anche attraverso l’illusione dei limiti mentali. E’ lo stato-processo Supremo, ovvero del puro auto-riferirsi al Sé, che si manifesta in tutte le sue forme e che “può” realizzarsi anche attraverso quella individuale.

Lo Stato Supremo trascende tutto ciò che non lo è, così come trascende tutte le forme e tutti i processi dell’essere con cui si manifesta e realizza. Lo stato di Conscio trascende lo stesso processo con cui avviene e si realizza, processo, che solo dal punto di vista duale della mente, è infinito ed individuale, assoluto e relativo, ecc., ma che in verità è solo indefinibile Unicità.

L’Unicità è la Forma Primaria di Conscio, la forma trascendente, e la forma stessa a cui tendono tutte le sue espressioni, che nemmeno con il puro intelletto si può descrivere ma che si manifesta anche come unicità di coscienza – mente – corpo, il cosiddetto processo dell’essere individuale che, se trasceso, sfocia nello stato Supremo.

La Forma Primaria del Conscio non è comparabile ad alcuna descrizione come: di consapevolezza, sapere, pace, beatitudine, perfezione, potenza, bellezza, ecc.,. Sebbene tutte queste forme di “essere” siano fonte di riflessione, ispirazione e meditazione, sono comunque delle reazioni che si rifanno e riuniscono in essa. Nello stato dell’Esserlo – ossia nello stato di essere del Conscio – tutto è trasceso, qualsiasi forma di essere è trascesa, anche quella della sua unicità.

L’Unicità assoluta, la Coscienza del Sé, lo Stato del Conscio, sono sinonimi usati per aiutare la mente ad aprirsi, che non sono comunque descrivibili ma che per il Conscio sono semplicemente il fatto di Esserlo.

Il Conscio con la mente può descrivere solo la mente stessa e le sue espressioni, il che è già tantissimo ma non TUTTO, e quindi NIENTE rispetto alla coscienza di esserlo. La forma mentale è una specifica espressione del processo del Conscio, il conscio mentale, ossia la capacità del conscio di manifestare e riconoscere particolarmente le espressioni della coscienza (le vibrazioni-l’energia e la materia). La mente è la sintesi delle originarie manifestazioni e dimensioni delle Vibrazioni e dell’Energia della Coscienza, che con la sua maturazione consente il processo del riconoscersi anche attraverso la forma del corpo nel Mondo. Essa è il complesso “senso di essere”, non l’Essere che è coscienza, che collega il corpo al mondo e alla Coscienza. Quando il Conscio rivolge la mente a se stesso questa si scopre “figlia” ed espressione della coscienza di Esserlo e gradualmente, o subitaneamente, si abbandona alla sua immensità.

Il Sommo Sé, per mezzo della Coscienza, e delle sue espressioni di Vibrazioni-Energia e Materia, e quindi anche di mente e corpo fisico, è manifesto come Conscio di se stesso.

Il Conscio – è l’unico essere esistente – è il contenitore dell’esistenza tutta. La sua unicità e il processo del riconoscerla sono l’origine stessa di ciò che viene definito come il processo del proprio individuarsi, è il fondamento di qualsivoglia sapere, di ogni via spirituale, di ogni pratica, tecnica, espressione artistica, di ogni filosofia, di ogni religione, e di tutto ciò che si è rivelato a Lui in Lui per Lui.