senza io si sta meglio

io-ed-ego

L’esprimersi del conscio non termina con la sua forma materiale, con il corpo fisico, ma si ottimizza e definisce con la sua realizzazione, ovvero con la maturazione consapevole dell’Unicità. L’equivalenza tra il conscio e la Coscienza manifesta del Sé sottintende l’equivalenza di unicità ed unità, di individuo e TUTTO.

A livello della Coscienza non c’è la mente e questo significa che non c’è nessun io che sperimenti la realizzazione. Nell’unità accade il processo di consapevolizzazione della mente ed ogni qualvolta il conscio vive lo stato di Unità la mente ritorna in attività sempre più consapevole. Con lo stato costante di Unità il processo di maturazione della mente diviene anch’esso costante.

Sembrerà difficile credere che non si possa esistere anche senza un “io”, sebbene questo inconsciamente accade molte volte durante ogni singolo giorno, il solo pensarci crea una ulteriore resistenza ed attaccamento ad esso. Trascendere l’io è una delle cose più difficili, è molto più facile inventarsene un’altro più sottile e sofisticato, ma quando sfuma veramente l’immedesimazione con esso questo scompare automaticamente e scompaiono anche tutte le possibili identificazioni e si rivela la vera Coscienza del Sé.

Identificazione

images-3

Non c’è nulla di sbagliato nell’immedesimarsi, nell’identificarsi se si comprende che ciò significa divenire uno con l’espressione, con la forma, con ciò che si fa, e non significa essere forma. Più si diviene uno con ciò che esprimiamo più si è uno con ciò che realmente si è e che origina tutto.

Il problema rimane semmai solo nel diventarne anche consapevoli.

A differenza dell’approccio teorico-nichilista che nega ogni cosa e se stessi, ma che purtroppo rischia di rimanere per la quasi totalità degli individui che intraprendono questo percorso solo un’apparente saggezza a livello concettuale mnemonico senza conferme nell’essere e nel vissuto, la spontanea via dell’immedesimazione è in genere il modo esperenziale più adatto per il ricercatore di divenire uno con la coscienza e manifestare la propria unicità, per trascendere l’individualità e realizzare il Sé.