Coscienza individuale

L’idea che ogni singolo individuo abbia una propria coscienza è più che altro un modo di dire che sottintende il saggio consiglio di dare spazio alla Coscienza più che alla mente, e sostanzialmente è un abbaglio della mente. Di fatto è l’unica Coscienza del Sé che contiene TUTTO e tutto e quindi anche ogni individuo, dotandolo del “senso supremo” (l’io sono) della presenza, ed è sempre l’unica Coscienza del Sé che sperimenta se stessa, che consapevolizza se stessa,  attraverso ogni singola esperienza individuale. L’Unicità si costituisce di infinite particolarità.

Tesoro

“Tutti i maestri dicono che il tesoro spirituale è una scoperta solitaria.
Perché allora siamo tanti e stiamo insieme?”

Chiese il discepolo al maestro.

“Finché l’illusione di essere tanti non scompare non si scopre che si è solo uno e il medesimo che si ripete, e non si può divenire soli. Se non si è soli non si può scoprire che anche questa è solo illusione, e che solo il Supremo Sé esiste.”

Sri Nisargadatta Maharaj

Understand that it is not the individual that has consciousness; it is the consciousness which assumes innumerable forms. That something which is born or which will die is purely imaginary. It is the child of a barren woman. In the absence of this basic concept ‘I am’, there is no thought, there is no consciousness.

“Sappi che non è l’individuo che ha la coscienza; è la coscienza che assume innumerevoli forme. Quel qualcosa che nasce o che muore è puramente immaginario. E’ il figlio di una donna sterile. In assenza di questo concetto di base ‘Io sono’, non c’è pensiero, non c’è coscienza.”

Sri Nisargadatta Maharaj